Regressione e progressione immaginali

La visione immaginale è il viaggio che ti permette di esplorare le immagini che il tuo istinto  proietta: la tua vita  presente, le passate e  la futura,   sogni, ricordi d’infanzia, emozioni, missioni e compiti. Riconoscerai  in esse gli archetipi che ti muovono e potrai comprendere l’universalità e la poesia della tua storia così da portarti ad essere l’amante degli eventi – che sono enti, entità, spiriti – e non più la vittima designata delle loro reazioni. 

In questo viaggio verrai in contatto solo con le immagini di vite passate o future, dei tuoi antenati , dei tuoi sogni o ricordi  che possono essere significative per la tua  guarigione e il tuo risveglio.

Grazie alla produzione di uno stato di lieve trance ottenuta attraverso un rilassamento progressivo, potrai attingere a momenti relativi alla vita intrauterina, al transito dalla morte alla successiva rinascita, a ricordi passati della vita presente (importante soprattutto in casi di rimozione dovuti ad eventi traumatici), a impressioni di vite future (samskara), al fine di rielaborare, riassorbire e integrare  frammenti mnestici verso una sempre  maggior integrità  che rappresenta una vera e propria  guarigione spirituale in virtù del fatto che “la parte è nel tutto e tutto nella parte” sarai sempre più in armonia con l’Universo.

Se vuoi essere all’altezza di un’esperienza come quella della regressione e progressione immaginale, preparati a ricevere amore dalle immagini della tua anima che sono dei e daimon, idee e forze. Ti potrà aiutare la lettura del libro “James Hillman, il cammino del fare anima e dell’ecologia profonda” di Selene Calloni Williams.

Apriti alla possibilità di sviluppare una visione immaginale e vivere una vita ispirata nella quale ti è chiaro che tu proietti ciò che hai dentro e abiti le tue immagini!